Le sprelle

Le Sprelle, dolce tipico del Carnevale piacentino

Le sprelle

Le Sprelle (in dialetto spreli), sono il dolce tipico del periodo di Carnevale nella zona della pianura della Val d’Arda.
La tradizione secolare, vuole che si consumino piatti ricchi di grassi prima delle privazioni legate alla Quaresima, complice anche il periodo durante il quale avviene la macellazione dei suini, dalla cui lavorazione si ottiene anche lo strutto. È stata la grande disponibilità di questo grasso di origine animale, ad incentivare la diffusione di cibi la cui cottura avviene con la frittura nello strutto, come appunto le Sprelle.
Tra le iniziative volte alla promozione e valorizzazione delle tipicità e delle tradizioni, l’Amministrazione Comunale di Fiorenzuola d’Arda ha istituito la Denominazione Comunale di Origine (De.C.O.) per i prodotti agroalimentari che sono specifici e caratteristici del territorio comunale per i quali un’apposita commissione di esperti redige uno specifico disciplinare di produzione. Il comune di Fiorenzuola d’Arda vanta ben 3 De.C.O.:
  • Sprelle (Spreli)
  • Anolini (Anven)
  • Chisolini (Chisulen)
Durante il periodo di Carnevale è possibile trovare le Sprelle praticamente in tutte le pasticcerie, panifici e negozi di generi alimentari.

La ricetta

La ricetta originale delle Sprelle si trova sul sito del comune di Fiorenzuola ed è contenuta nel Libro “La cucina piacentina” di Andrea Sinigaglia e Marino Marini che fa parte della collana “Cucine del Territorio”.

Ingredienti per 4 persone:

500 g farina 100 g di zucchero 100 g di burro 3 uova (due intere, un tuorlo) 25 g di zucchero vanigliato una presa di sale una bustina di lievito mezzo bicchiere di vino bianco amabile due cucchiai di rhum buccia di limone grattugiata
per friggere : strutto

Preparazione

Raccogliere la farina a fontana sulla spianatoia e nel centro mettere le uova, lo zucchero , il burro a pezzetti, una presa di sale e il lievito, impastare il tutto con il vino ed il rhum fino ad ottenere una pasta morbida che verrà tirata in sfoglia sottile. Tagliarla a strisce della larghezza di 4-5 cm. e della lunghezza di non oltre i 10 cm. possibilmente con la “ rotella dentata”.
Frittura
Far sciogliere in un tegame alto una discreta quantità di strutto e quando questo sarà molto caldo, collocarvi le strisce di pasta precedentemente “ annodate a gale”.
Friggere le “gale” sino alla loro doratura e toglierle per lasciarle asciugare su carta assorbente.
Quando le sprelle sono ancora calde, polverizzarle con molto zucchero a velo.

Nota

Le SPRELLE a Denominazione Comunale vengono preparati mantenendo il rapporto quantitativo tra gli ingredienti come suesposto.

Vini

Gli abbinamenti consigliati sono: Vino bianco Malvasia di Candia Aromatica.
Credit Foto: Antica Trattoria "Da Cattivelli", Fiorenzuola Città della Gastronomia, Bloomet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Solve : *
3 + 14 =


CONTATTI